Barbarano: il santuario di "Leuca Piccola" e le vore carsiche

A pochi km dalle bianche spiagge di Salve, rientrando verso l'entroterra dalla postazione di Torre Vado, sorge Barbarano del Capo, un piccolo borgo che è frazione di Morciano di Leuca (LE), di rilevanza storica, in quanto nel suo territorio è collocato il santuario di Santa Maria di Leuca del Belvedere (altrimenti nota come "Leuca Piccola"), un luogo che veniva impiegato nei secoli scorsi come meta di stazionamento, preghiera e ristoro dai numerosi pellegrini nel loro tragitto verso la tappa finale "De Finibus Terrae" (santuario di S.Maria di Leuca).

Leuca Piccola - Barbarano del Capo (LE)

Turismo dell' abbandono in Salento: Il Villaggio di Monteruga

Nei dintorni di Porto Cesareo, versante ionico, e più precisamente, sulla strada che porta da San Pancrazio salentino a Torre Lapillo, in Salento. è ubicata la masseria di "Monteruga", sorta nei primi anni dello scorso secolo e negli anni divenuta un vero e proprio borgo (o villaggio), che a partire dagli anni 80 viene progressivamente abbandonato dai villeggianti, ed attualmente in uno stato di degrado e spesso meta degli avventurieri ed audaci turisti dell'abbandono.

monteruga-villaggiofantasma-salento

Sidereus, il Parco Astronomico del Sud Salento

Per tutti gli appassionati di Astronomia, e per coloro che volessero avvicinarsi anche solo per curiosità, alla scienza che studia i corpi celesti, a Salve (LE), a pochi km dalle bianche spiagge di Pescoluse, è ubicato Sidereus, un parco astronomico immerso in 5.000mq di terreno e circondato dagli ulivi, ottimamente equipaggiato con un sofisticato ed innovativo Planetario a multi-proiezione (analogica e digitale), un Radiotelescopio, ed una speciale "Galleria delle Scienze" dove viene allestita un'esposizione di meteoriti ed astrofotografie.

 Il parco Astronomico di Salve (LE) - Salento

Il Castello Aragonese di Otranto - Storia ed Eventi

Nel cuore della città salentina di Otranto, è collocato il suo popolare Castello Aragonese, una imponente fortezza di importanza storica, fatta costruire nell'ultimo ventennio del XV secolo da Alfonso D' Aragona, dopo il violento attacco subito dalla città nel 1480 ad opera dei Turchi (dove persero la vita gli 813 gloriosi "Martiri d' Otranto", per aver rifiutato la conversione alla regligione islamica).

La costruzione è stata migliorata e rafforzata poi nel corso degli anni (nel 1535 da Don Pedro di Toledo, e nel 1578 con l'aggiunta di un bastione e dei baluardi per l'avvistamento delle navi) fino alle ultime opere realizzate dal salentino G.F. Saponaro.

Copyright © 2014 SpiaggeSalentine.it - All Rights Reserved - Powered by Envision